Il sesso sul motocross

Megamix Motocross/Enduro FAIL compilation divertentissima! (Audio Originale)

Scherzi circa il testo del sesso

Il motocross termine mutuato dalla lingua inglese dove nasce come composto aplologico delle parole "motorcycle" e "cross-country"spesso abbreviato in cross o MXè uno sport motociclistico che si pratica su circuiti sterrati chiusi chiamati crossodromi.

Una competizione di motocross è generalmente chiamata gara. Una gara consiste generalmente in due manches precedute dalle qualifiche. Il motocross ha una partenza "di massa", ovvero tutti i piloti sono allineati dietro i cancelletti di partenza sulla stessa linea. In base al tempo ottenuto in qualifica i piloti possono scegliere il cancelletto da cui partire. A posizioni differenti corrispondono infatti traiettorie differenti che facilitano o meno la partenza al pilota. I campi da cross sono generalmente abbastanza lunghi tra i 1.

A differenza del motocross, il supercross si pratica in piste interamente artificiali, con la presenza di numerosi salti e whoops e solitamente si tiene nei palazzetti o negli stadi ed è una specialità tipica degli Stati Uniti d'America. Oltre al fatto che il motocross si corra all'aperto, la partenza delle gare di cross solitamente conta circa 40 partecipanti, mentre il supercross circa I gran premi o le gare Pro AMA tendono ad essere lunghe, solitamente 30 minuti più due giri, mentre le gare amatoriali possono durare anche solo 10 minuti o meno.

Quando scade il tempo un direttore di gara segnala con una tabella o con una bandiera i giri mancanti alla fine, mentre al termine della gara viene sventolata la bandiera a scacchi. Il il sesso sul motocross è uno il sesso sul motocross sport a motore più spettacolare, soprattutto quando i piloti si esibiscono in salti con la moto in aria praticamente orizzontale oppure col posteriore di "traverso" per aria detti comunemente scrubsalvo poi atterrare come se niente fosse, molto spettacolari sono inoltre la fase della partenza e la prima curva.

Le prime apparizioni del cross sono avvenute in Inghilterra con gare chiamate "scrambles" derivate dal trialanch'esso molto popolare in Gran Bretagna. I motociclisti europei importarono sul continente questo tipo di gare, apportando modifiche come l'accorciamento della pista e l'aumento del numero di giri oltre all'aggiunta di alcuni ostacoli artificiali come i salti.

Durante gli anni trenta questo sport crebbe in popolarità, soprattutto in Inghilterra dove team ufficiali come quelli della BSANortonMatchlessRudgee AJS si sfidavano nelle gare.

Le moto da sterrato di quell'epoca differivano poco da quelle utilizzate per l'impiego stradale. Le competizioni furono notevolmente utili per l'evoluzione tecnica dei motocicli. Nei primi anni trenta i telai rigidi lasciarono posto alle sospensioni, il forcellone posteriore fece la sua comparsa nei primi anni cinquanta.

Il il sesso sul motocross dopoguerra fu dominato dalla BSA che era diventata la più grande azienda produttrice di il sesso sul motocross del mondo. I piloti BSA dominarono le competizioni internazionali degli anni cinquanta. In questo contesto divennero famose alcune aziende che equipaggiavano le loro motociclette con motori a due tempiinfatti aziende come la svedese Husqvarnala cecoslovacca CZ e la britannica Greeves divennero popolari per la leggerezza dei loro prodotti. Piloti provenienti dal Belgio e dalla Svezia cominciarono a dominare nel cross in questo periodo.

Il sesso sul motocross gli ultimi anni sessanta le aziende giapponesi cominciarono a lottare con le più blasonate aziende europee per la supremazia in questo sport. La nipponica Suzuki vinse il primo campionato del mondo della nell'annoil primo campionato che andava a finire nel palmarès di un'azienda del sol levante alla voce "motocross".

Il porterà il primo titolo mondiale classe in Italia il sesso sul motocross Michele Rinaldi alla guida di una Suzuki privata. I piloti europei continuarono a dominare in tutti gli anni settantatuttavia negli anni ottanta cominciarono a fare la loro comparsa sulla scena internazionale alcuni piloti statunitensi, fino ad allora poco propensi e interessati a correre nei campionati di estrazione europea quindi perlopiù sconosciuti da noi.

Le loro vittorie praticamente a ogni sporadica apparizione fece capire a il sesso sul motocross che nel frattempo la scuola USA era diventata probabilmente superiore a quella europea, difatti vinsero a man bassa nelle competizioni a squadre per parecchi anni il sesso sul motocross vinsero anche dei titoli individuali pur non partecipando con le loro "punte" migliori, poco interessate a correre stabilmente in Europa.

Fu il sesso sul motocross vittoria storica per il sesso sul motocross il motocross mondiale. Negli anni a venire altri piloti provarono a ripetere l'impresa, ed ancora adesso ogni tanto qualcuno ci prova, ma nessuno è più riuscito a fare quello che ha fatto Bayle, nonostante alcuni si siano il sesso sul motocross più che onorevolmente.

Attualmente i piloti USA e il sesso sul motocross europei nel motocross tradizionale si possono confrontare praticamente alla pari in il sesso sul motocross classe di cilindrata, come avviene ogni autunno nel Motocross delle Nazioni, la più importante competizione a squadre, mentre nel Supercross, disciplina che richiede una tecnica di guida ed una preparazione apposita, gli statunitensi sono considerati ancora i più forti in assoluto ed il loro campionato "Supercross AMA" è considerato il più prestigioso campionato indoor del mondo.

Durante i primi anni ottanta le aziende giapponesi furono promotrici di un vero e proprio "boom tecnologico". Le tipiche moto due tempi raffreddate ad aria con i biammortizzatori sul posteriore e i freni a tamburo furono sostituiti dalle moto raffreddate a liquido con il monoammortizzatore e i freni a disco.

Durante gli anni novanta le sempre più restrittive norme riguardo alle moto a miscela costrinsero le aziende a sviluppare delle moto con motore 4 tempi. All'inizio del nuovo millennio tutte le maggiori aziende cominciarono a gareggiare con delle moto con questo motore e i marchi europei, come HusqvarnaHusaberg e KTM tornarono nuovamente al titolo iridato. Recentemente si sono formate delle nuove branche di questo sport come il Supercrossl' Arenacrossil Freestyle in cui vengono valutate le acrobazie dei piloti e il Supermotardmolto popolare ora, in cui le moto da sterrato, gommate da strada e con gli adeguati accorgimenti tecnici gareggiano nei kartodromi.

Inoltre sono diventate popolari anche le gare "vintage" in cui solitamente corrono le moto antecedenti al Il ha segnato l'inizio della fine per i motori a due tempi. Da quando sono stati introdotti i moltiplicatori di cilindrata nei 3 campionati, permettendo a moto 4T di correre contro moto 2T di cilindrata inferiore, addirittura metà, nel caso della MX2, i 2T non sono più riusciti a tenere il passo delle rivali a 4T, tant'è che sempre più raramente se ne vedono in gara.

Il sesso sul motocross al tutte le aziende hanno mantenuto in listino i loro modelli 2T storici 85,e anche se le 4 aziende giapponesi che detengono gran parte del mercato, aggiornano sempre più raramente i loro il sesso sul motocross a miscela, ritenendoli meno competitivi e il sesso sul motocross energie e fondi all'evoluzione dei motori 4 tempi, i quali vengono anche dotati di sistemi migliori, come carburatori a controllo elettronico o addirittura ad iniezione.

Lo stile di guida dei piloti da quando corrono con le 4T è cambiato, di sicuro le 4T, dotate di questi sistemi sofisticati riescono ad avere una maggiore coppia motrice ai medio-bassi regimi, che consente di recuperare rapidamente da eventuali errori, senza perdere secondi preziosi.

Anche la manutenzione è molto costosa, sia perché deve essere effettuata frequentemente sia per il costo e il numero dei componenti. Come contro c'è anche la curva d'erogazione, che se da un lato consente di avere una grande spinta sin dai bassi aumentando l'arco d'utilizzo del motore, dall'altro lato si ha anche una maggiore facilità di controllo su superfici a bassa aderenza. Come in ogni sport, anche nel motocross ci sono in ballo enormi interessi economici, che hanno portato a competere fantasiose e inedite cilindrate.

L' austriaca KTM ha risposto quindi facendo pressioni e quindi ottenendo la possibilità di correre nella MX2 solo nei campionati minori, ossia Europeo e AMA Amateur, tra l'altro con regolamenti confusi e diversi il sesso sul motocross le 2T, preparando un modello specifico per alcuni piloti del campionato europeo. La prima azienda a presentare al pubblico un 2T è stata TM Racing nelpoi KTM ha inserito la sua SX ridenominata SX nel nel listino dei modelli per l'annogià disponibili da luglio Vi sono due federazioni dominanti sullo scenario mondiale del cross: FIM Federazione internazionale del motociclismo e AMA Associazione motociclistica americana.

Ogni evento si tiene nei sabati consecutivi. Il sesso sul motocross campionato del mondo si tiene prevalentemente in Europa, con alcune trasferte in SudafricaBrasile e Giappone.

Il formato è simile a quello AMA ovvero due classi, MX1 e MX2 con due gare per ogni categoria, tuttavia il mondiale è più lungo, infatti solitamente ha 16 o più gran premi.

In questo particolare tipo di gara si corre a squadre, ogni pilota quindi corre per la propria nazione. Ogni nazione porta 3 piloti, nel motocross delle nazioni del l'Italia ha schierato Tony CairoliDavid Philippaerts e Cristian Beggi.

Nei primi anni del motocross la classe era considerata la " classe regina ". Comunque, con l'evoluzione tecnologica nella "classe Open", sempre meno piloti erano in grado di contenere l'esuberante potenza dei monocilindrici due tempi e portarli al limite. La differenza più grande tra le varie moto è il loro motore: due o quattro tempi.

Alle origini, ovvero negli anni precedenti altutte le moto erano 4 tempi, tuttavia con l'evoluzione dei motori a miscela, più leggeri e potenti, i 4 tempi persero la loro il sesso sul motocross di leader, per lasciarla ai due tempi che dominarono le competizioni negli anni settanta, ottanta e novanta. Durante i primi anni ottanta si ebbe un'altra notevole evoluzione tecnologica, infatti sulle moto da gara cominciarono a comparire il raffreddamento a liquido, i il sesso sul motocross a disco e il monoammortizzatore, mentre nella prima metà degli anni ottanta vennero aggiunte le valvole di scaricoche alla fine degli anni ottanta portarono i a livelli di potenza e coppia superiori ai attuali.

Negli anni novanta, soprattutto negli Stati Uniti, si cominciarono a preferire i quattro tempi ai due tempi, questi ultimi, sebbene più potenti e più leggeri a parità di cilindrata, erano molto più inquinanti, bruciando olio assieme alla benzina. Altre aziende seguirono la strada intrapresa dalla casa dei 3 diapason accantonando i due tempi per dedicarsi ai quattro tempi, in cui i progressi tecnologici da il sesso sul motocross erano e sono il sesso sul motocross molti.

Nell'estate del la Honda ha presentato per prima un cross da competizione il CRF Runa sofisticata minicross raffreddata a liquido con quattro valvole e la configurazione della il sesso sul motocross UNICAMovvero con un singolo albero a camme in testa.

I piloti sono spesso ma non sempre classificati nelle varie categorie in base alla cilindrata delle moto. Le moto da cross hanno sospensioni con corsa molto lunga e regolabili in base al terreno, sia il tipo che le condizioni, ed alla pista, più o meno veloce, con salti più o meno lunghi.

Nelle sospensioni regolabile è la parte idraulica: il freno in compressione ed il freno in estensione; i moderni ammortizzatori posteriori hanno anche la regolazione del freno in compressione per le alte e basse velocità velocità della sospensione, non della moto. Lo scopo di avere sospensioni a punto è quello di avere più trazione possibile in tutti i punti della pista, di poter sopportare gli atterraggi dai salti senza "andare a pacco" e di stancare meno possibile il pilota.

Per alleggerire al massimo possibile le moto, senza toccare elementi strutturali, le moto da cross sono prive di tachimetro, avviamento elettrico anche se ultimamente si sta sempre più venendo alcune case che lo propongono a causa delle difficoltà di avviamento delle quattro tempi e luci anche per minimizzare l'assorbimento di potenza ed avere un generatore più piccolo e con minor effetto volano.

Parti speciali per alleggerire in carbonio o ergal le moto oppure componenti del motore speciali sono prodotte dalle fabbriche e venduti a parte. A causa delle particolari conformazioni delle varie zone dei tracciati, i piloti il sesso sul motocross la maggior parte del tempo ad assorbire i colpi con le ginocchia.

Per questo la sella delle moto da cross è molto lunga e le spalle sono in materiale antiscivolo, per consentire al pilota di spostare il proprio peso lungo l'asse della moto e quindi caricare il peso sulla ruota motrice, per assorbire meglio i colpi oppure per caricare le sospensioni prima di un salto.

Stranamente, a differenza degli altri sport a motore le cross si possono trovare già in condizioni "pronto gara" preparate dalle aziende a prezzi non eccessivi. Comunque ogni pilota modifica la sua moto per adeguarla al proprio stile di guida ad esempio sacrificare la spinta agli alti regimi per avere maggiore potenza ai bassi regimi, la rigidità dello sterzo o la posizione del "sistema di lancio" oppure per adeguarla alle condizioni della pista gomme, setting sospensioni.

Uno degli aspetti principali del motocross è che per gareggiare ai massimi livelli, oltre a una buona dose di esperienza, è necessario essere molto allenati e in condizioni fisiche e mentali perfette. Questo sport sollecita moltissimo i polsi, le spalle e le ginocchia dei piloti. Le moto che corrono nei mondiali pesano circa da 90 a kg con un motore che sviluppa una potenza di circa 60 CV. Le braccia e le gambe dei crossisti sono in costante movimento durante tutta la gara per controllare la moto, assorbire i colpi durante gli atterraggi e assorbire le whoops.

Il "National Sport Health Institute" di Englewood, il sesso sul motocross California ha monitorato alcuni crossisti nei primi anni ottanta oltre il sesso sul motocross a calciatori e a giocatori il sesso sul motocross football americano per compiere uno studio sul sistema cardiovascolare degli atleti.

I risultati hanno dimostrato che il cuore dei crossisti è sollecitato, e quindi allenato, più di qualsiasi altro sportivo di altre discipline esaminate. Articolo originale apparso su DirtBike nel Intervista con Brad Lackeycampione del mondo e partecipante al monitoraggio, apparso su Racer X Illustrated nel here.

Disciplina dove i piloti devono esprimersi in acrobazie mozzafiato, in questa disciplina si usano esclusivamente i motori due tempi per la loro il sesso sul motocross e semplicità di guida. Questa è la variante più vicina al Motocross, dove a differenza del Motocross si hanno circuiti più compatti quasi sempre al chiusomuniti di salti in numero maggiore e più spettacolari.

In questa disciplina si usano moto da Cross, con coperture stradali slick intagliate a mano, queste moto infatti vengono guidate su circuiti misti asfalto terra. Il progetto originale delle pitbike era di produrre delle moto in miniatura per permettere ai piloti di cross di muoversi dentro i paddock.

Le uniche definizioni da parte di organi ufficiali riguardo alle "pitbike" riguardano le gomme ovvero 12" all'anteriore e 10 al posteriore.

Nessuna delle grandi case produttrici di moto da cross, ovvero HondaSuzukiKawasakiYamaha e KTM ha nel loro listino delle pitbikes, tuttavia alcune altre aziende stanno cominciando a vendere moto progettate solo per questo scopo. Questa mania è predominante nella parte meridionale della Californiacomunque si sta espandendo in tutto il continente americano e anche in altri paesi.

Le pitbikes da cross sono anche state trasformate in "minimotard" che gareggiano nei kartodromi. I piloti indossano un misto tra abbigliamento da cross e da strada. L'organismo direttivo di questo sport è la federazione internazionale del motociclismo, la FIMcon le varie federazioni nazionali:. Altri progetti. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Disambiguazione — Se stai cercando altri significati, vedi Motocross disambigua. Il sesso sul motocross voce o sezione sull'argomento motociclismo non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti.

Puoi migliorare questa voce aggiungendo citazioni da fonti attendibili secondo le linee guida sull'uso delle fonti. Portale Moto. Portale Sport. Categoria : Motocross. Menu di navigazione Strumenti personali Accesso non effettuato discussioni contributi registrati entra.

Namespace Voce Discussione. Visite Leggi Modifica Modifica wikitesto Cronologia. In altri progetti Wikimedia Commons Wikinotizie Wikiquote.